1 maggio 2009

turn off, turnover (anche il silenzio è un ritmo)

In gesti
sciolgo pensieri
come dita pazienti nodi troppo stretti
senza abbandonare spazi e tempi sincopati
oriento il mio sguardo dentro,
col cuore che batte.
ed è ancora meraviglia.

on air/

the beat : : mirror in the bathroom

9 commenti:

  1. Uno sguardo dentro di sè,

    che poi è dentro alle cose,

    e a volte, dentro le persone.

    C'è un punto,

    quando si appoggiano le mani,

    in cui il confine scompare. Resta solo il vuoto in cui tutto è sospeso.

    Nè io, nè te.

    Che meraviglia!

    RispondiElimina
  2. saper guardare dentro di sé

    alla ricerca di emozioni

    e trovarle

    .. è meraviglia

    RispondiElimina
  3. mi hai fatto venire in mente l'immagine di certe donne anziane, prevalentemente al sud, vestite di nero che sedute su una seggiola all'uscio, snocciolano i grani del rosario guardando apparentemente lontano, mentre quelle mani toccano qualcosa di profondamente vicino.

    RispondiElimina
  4. utente anonimo12 maggio 2009 03:48

    ed io, ancora, leggendoti, mi meraviglio delle emozioni che provo, delle sensazioni che colgo.......Bricc

    RispondiElimina
  5. a tratti spegnersi è sempre soluzione. ti abbraccio, tanto. m

    RispondiElimina