23 marzo 2005

il tempo che ho



al mattino una tazzina di caffè con dentro già tutti i pensieri della giornata che mi aspetta, piccolo vaso di pandora addolcito, girato, sorseggiato. ed è già l'ora di impastare gesso alabastrino ed aggiustare la casa, da crepe sui muri cola il senso del tempo che passa.

on air/ak momo::women to control

10 commenti:

  1. caffè d'obbligo al mattino!

    i pensieri...bè magari lasciamoli a dopo ;)



    Foggy

    RispondiElimina
  2. foggy..benvenuto. forse il profumo di caffè fresco li attira. chissà.

    RispondiElimina
  3. Posta privata splinder per te.:-*

    RispondiElimina
  4. mi sa che io e te abbiamo più o meno lo stesso tempo. :-* manu

    RispondiElimina
  5. Mi piace osservare come il caffè sale e si riversa nel bricco, il profuomo si sente appena un attimo prima, per i pensieri è un po' lo stesso, se ne avverte la presenza un attimo prima che prendano corpo, in quella forma primitiva e imperfetta sono bellissimi...

    RispondiElimina
  6. Buongiorno still,

    come al solito il transfer è riuscito. probabilmente succede ogni mattina ma non me n'ero mai accorto che, una tazza di caffè, piccola com'è, contenesse così tante cose.

    Bel pezzo, sembra un aiku.

    RispondiElimina
  7. il rito italico zen della tazza del caffè.

    io anche, prima, té verde.

    un saluto,

    ciao cpd

    RispondiElimina
  8. mardin..abbiamo ancora tempo per scoprirlo.

    nautike..ho sempre sospettato che gli architetti fossero anche un po' poeti.

    hyero..sì che te ne accorgi, annusa meglio.

    cpd..benvenuto, in realtà "caro diario" di moretti m'ha insegnato a bere un bicchiere d'acqua prima d'ogni cosa, al mattino.

    RispondiElimina
  9. prima ancora dell'acqua, meglio una sporta di pensieri felici.

    RispondiElimina
  10. ebbra..riesci sempre ad avere ragione da vendere.(quanto la fai?)

    RispondiElimina